Un Natale con i fantasmi a Sipicciano

Domenica 3 gennaio alle ore 18,00, va in scena in prima assoluta all’Ecomuseo di Sipicciano “A Natale con i fantasmi” di Gianni Abbate, libero adattamento da “A Christmas carol” di C. Dickens.

Era il 1843 quando Dickens pubblicava il suo canto di Natale. Sono passati più di 170 anni, ma la dolcezza e la semplicità del simbolismo narrativo la rendono tuttora una fiaba senza tempo.

E’ una storia sulla possibilità di cambiare il proprio destino. Una riflessione sull’equilibrio difficile fra il presente, il passato e il futuro. Il protagonista Scrooge, personaggio che servirà poi da modello per il Paperon de’ Paperoni disneyano, non ama affatto il Natale e non sopporta né che gli si facciano gli auguri né che le persone attorno a lui manifestano eccessivi sorrisi e un’inopportuna gaiezza, da lui ritenuti inutili. Scrooge è un usuraio di una certa età, tutto preso dal pensiero degli affari, un tipo solitario, burbero, taccagno, egoista, incline ad adirarsi facilmente, poco propenso a dare e ricevere carinerie di vario genere. Lui non si lascia coinvolgere né dall’euforia dei pranzi di Natale, né dalla voglia di essere più generosi del solito, facendo offerte a chi è meno fortunato. Scrooge non sa che farsene di queste sciocchezze, anzi, davanti alla solarità del nipote Fred o alla pazienza e gentilezza del suo impiegato Bob, il vecchio risponde stizzito e irritato. Ma ci penseranno tre Spiriti, del passato, del presente e del futuro, a obbligarlo a dare un’occhiata alla propria vita e a quella di chi gli è intorno, per aver modo di riflettere sul proprio comportamento e sull’atteggiamento di disprezzo verso la festa di Natale. Dopo un incontro inquietante con lo spirito del defunto e infelice socio in affari, Marley, che avvisa Scrooge dell’imminente visita dei tre Spiriti, questi ultimi vengono, l’uno dopo l’altro, ad accompagnare il vecchio Scrooge in una sorta di visione e viaggio nel tempo, che prima lo metterà faccia a faccia con la sua famiglia, nella quale c’era amore, nonostante la povertà…, poi con la vita in famiglia di altre persone povere ma felici; infine, vedrà una parte di ciò che deve ancora accadere e che lo riguarda… e sarà soprattutto quest’ultima visione a scuoterlo. In scena troviamo Gianni Abbate nei panni di Scrooge, Ennio Cuccuini che da vita ai fantasmi, Simone Precoma è il nipote e il piccolo Ludovico Precoma Scrooge da bambino. Voci registrate: Vittorio Belmonte, Daniela Del Pinco, Daniela Maioletti, Carlo Passerini, Ennio Cuccuini, Simone Precoma. Musica dal vivo con gli allievi della Banda A. Ponchielli di Sipicciano diretti dal M° Luca Seccafieno, regia Gianni Abbate. Oltre a Sipicciano sono previste due repliche, il 6 gennaio ore 18,00 al Teatro dei Calanchi di Lubriano e il 9 ore 21,00 all’Auditorium comunale di Castiglione in Teverina. Ingresso: intero € 5,00, bambini € 3,00. Info 3471103270 – www.iportidellateverina.it.

Categories: Blog

Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *